Computo Metrico Estimativo

Home 9 Studio Tecnico 9 Progettazione e Cantieristica 9 Computo Metrico Estimativo

Il Computo Metrico Estimativo è un documento analitico che elenca le lavorazioni edili stimandone il costo di esecuzione. È un elaborato tecnico viene redatto dal progettista, solitamente un professionista (geometra, architetto, ingegnere, perito) ed è ormai largamente diffuso per i lavori privati, come strumento contrattuale.

Il Computo Metrico e il Computo Metrico Estimativo sono due documenti simili, ma con una sensibile differenza: la valorizzazione economica. Infatti, se l’obiettivo è quello di ottenere, da parte di più imprese, preventivi di spesa, è sufficiente il primo. Diversamente, se si vuole far concorrere diverse imprese su una stessa lavorazione (come avviene nelle gare d’appalto) oppure, a scopo cautelativo, si vuole conoscere il costo delle opere prima di rivolgersi ad un’impresa, sarà necessario un Computo Metrico Estimativo.

Il Computo Metrico Estimativo è indispensabile per diverse figure che interagiscono, direttamente o indirettamente, con le opere edilizie.

Committente

Il Computo Metrico Estimativo è utile per valutare l'impatto economico delle opere (ovvero il loro costo finale) oppure, omettendo la parte estimativa, per ottenere più preventivi da diverse imprese o artigiani (in questo caso si parla solo di Computo Metrico).

Impresa Edile

L'Impresa Edile utilizza il Computo Metrico Estimativo per formulare l'offerta, basandosi sulle tariffe delle opere indicate nei listini ufficiali, programmare l'intervento e il relativo fabbisogno dei materiali nonché tenere sotto controllo i costi d'opera.

Progettista

Il Computo Metrico Estimativo viene utilizzato dal Progettista per controllare il progetto, anche nel caso in cui non sia lui l'artefice dello stesso, nonché per studiare il cronoprogramma del cantiere.

Direttore Lavori

Nel caso in cui sia presente il Direttore Lavori il Computo Metrico Estimativo risulta di elevata importanza per tenere sotto controllo la contabilità delle opere nonché stabilire lo Stato di Avanzamento Lavori (SAL).

Computo Metrico Estimativo: l’importanza dei rilievi

Un passaggio fondamentale per la corretta elaborazione di un Computo Metrico Estimativo è costituito dai rilievi, ovvero le misurazioni delle lavorazioni che servono per determinare le quantità degli elementi che costituiscono l’opera edilizia. Suggeriamo sempre di appoggiarsi ad un Tecnico per questa particolare operazione in quanto le misurazioni sono soggette a determinate tecniche e norme che andranno poi esplicitate nel Computo Metrico Estimativo.

A titolo di esempio non esaustivo è possibile utilizzare:

Misurazione Fuori Tutto

Dalla misurazione dell'area complessiva, ad esempio, di una parete, vengono decurtate tutte le aperture (porte e finestre) per ottenere una superficie netta.

Misurazione Vuoto per Pieno

Se la superficie delle aperture incide marginalmente sulla superficie complessiva, questa viene considerata piena, come avviene con gran parte dei calcoli delle tinteggiature.

Computo Metrico Estimativo: quali sono i valori utilizzati

Negl’anni passati difficilmente le piccole imprese e gli artigiani incaricavano un tecnico per la redazione del Computo Metrico Estimativo, specialmente quando si trattava di piccole opere come il rifacimento di un bagno, la creazione di un controsoffitto, etc. Nell’ultimo periodo, invece, con l’avvento dei vari Bonus Edilizi (50%, 110%, etc.), il Computo Metrico Estimativo è diventato di importanza fondamentale. Questo perché non è possibile asseverare la congruità dei prezzi applicati, come richiesto dalle vigenti normative, senza aver analiticamente analizzato i costi delle opere.

Per un Computo Metrico Estimativo soggetto ad Asseverazione di Congruità dei Prezzi è indispensabile attenersi ai listini ufficiali quali il Prezziario Regionale, i Prezziari DEI, etc.

Hai necessità di avere un Computo Metrico Estimativo per valorizzare un intervento edilizio?

Edilia General Contractor
è al tuo servizio!

Privacy Policy